Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

I mass media e le visioni distorte…

Posted by Leorol On Novembre - 22 - 200613 COMMENTI
Una ragazzina di 13 anni è stata filmata con il videotelefonino da un gruppetto di minorenni di età compresa tra i 14 e i 17 anni; non sarebbe stata stuprata ma avrebbe subito palpeggiamenti e atti simili protrattisi nel tempo. ANCONA, 18 NOV 2006.
Reati ipotizzati: violenza sessuale singola e di gruppo; produzione, divulgazione e commercializzazione di materiale pedopornografico.
 
Ascoltando la suddetta notizia dalle TV nazionali e regionali, in merito a quanto accaduto qualche giorno fa nel mio quartiere, e  guardando le immagini messe in onda a supporto dei servizi televisivi ho avuto la precisa conferma di quanto sia spaventoso il potere (spesso) "deviante" dei mass-media nei confronti della gente.
E' sufficiente inquadrare un pezzo di muro imbrattato con delle bombolette spray e un pò di spazzatura in un angolo di marciapiede, il tutto ben accompagnato da un sottofondo di parole tipo stupro, violenza, branco, ecc. per far "passare" nei telespettatori l'idea di trovarsi di fronte a una zona off-limits, tipo Bronx, fuori da ogni regola e controllo dove tutto è decadente, lercio e terribilmente sbagliato.
Vivendo in questo posto da una vita so bene che, per fortuna, non è affatto così e che qui si può ancora uscire tranquillamente di sera, quando il tempo lo consente, senza paura di imbattersi in cattivi incontri o di essere assaliti da bande criminali.
Ovvio che ciò che è successo non è affatto da sottovalutare e non sono qui a discutere il sacrosanto diritto/dovere all'informazione che naturalmente non deve mai mancare in una società libera ma  il  modo in cui la notizia è stata all'inizio divulgata e data in pasto all'opinione pubblica facendo credere quello che in pratica non è successo. 
Presentare un servizio nel modo in cui è stato fatto e "bollare" con certi termini i protagonisti (stupidi) del fattaccio è stato a mio parere oltremodo esagerato.
Anziché "cavalcare" con la consueta fretta l'onda di simili episodi (ben più gravi a quanto pare) successi giorni prima in altre zone del paese credo che una maggiore riflessione da parte della categoria dei giornalisti, in questa circostanza, avrebbe aiutato a comprendere meglio le vere cause che si celano dietro simili comportamenti adolescenziali.
Insomma, diciamo che le mie certezze non sono state scalfite nonostante tutto… non vivo nel Bronx, non c'è stato nessuno stupro e si tratta di minorenni appartenenti a normalissime famiglie della media-borghesia italiana.
Ciò che è successo, a mio parere, ha una sola e semplice spiegazione: i figli oggigiorno sono troppo poco "seguiti" dai genitori e dalla società in genere e oltremodo "viziati". Questa è la verità!
Nelle famiglie i genitori sono spesso costretti a lavorare entrambi (per chi ci riesce) dalla mattina alla sera per mantenere il livello di vita raggiunto; ne consegue che hanno meno (o per niente) tempo d'insegnare ai figli i veri valori a cui fare riferimento come, ad esempio, il  rispetto degli altri, inteso come esseri umani, in particolare di quelli più "deboli" e quindi più facilmente "sfruttabili".
Allora è molto più facile regalare loro un bel telefonino, magari di ultima generazione, e credere ipocritamente di poterli in questo modo tenere sempre e comunque sotto controllo.
Niente di tragico naturalmente se compriamo un cellulare ai nostri figli, però mi domando: quanti di noi li mettono in guardia spiegando loro che riprendere e trasmettere ad altri (o peggio mettere in rete) immagini di un "certo tipo" con il telefonino costituisce un reato perseguibile penalmente? Penso pochissimi ad essere ottimista…
In verità e senza la presunzione di giudicare nessuno credo che in questo caso la leggerezza, la stupidità e la mancanza di sani valori abbiano avuto vittoria facile su questi "giovanisenzacervello" e alla fine, secondo me, ci hanno perso la faccia un pò tutti, soprattutto i loro genitori.
Da qualche parte in rete ho letto queste righe….
"Purtroppo quello che si vede in questa storia è l'emergere delle conseguenze di una anti-educazione dell'immagine e dell'apparire, oltre ad una terrificante "abitudine" alla violenza, che coinvolge molti…ma veramente molti dei nostri ragazzi. Per non parlare della "moda" in voga tra i ragazzini di scuole medie, di passarsi da cellulare a cellulare, foto "osè" delle compagne di scuola. Una moda ovviamente stigmatizzata con forza dagli educatori quando ne vengono a conoscenza… ma a quanto pare una moda destinata a crescere e a diventare più grave, nelle modalità ed anche nella "sostanza" dei fatti. Di fronte a questi fatti occorrerebbe davvero che tutti ripensassimo i nostri comportamenti da educatori, e le nostre priorità educative."

..mi trovo perfettamente d'accordo con chi le ha scritte.
.....
Share |

13 Responses to “I mass media e le visioni distorte…”

  1. CADIA ... ha detto:

    sorrido leo
    si in teoria era cosi’…
    poi
    poi le mie anime ….bhe con le loro parole
    non mi hanno fatto andare via
     
    ma forse
     
    ho ancora qualcosa da dire…non lo so
     
    ti rispondo cosi’…
     
    io posso permettermi di stare alzata fino a tardi..
    perche’ inizio a lavorare all’una
    quindi
    ho il tempo giusto per riposarmi..
    vorrei cambiare lavoro…
    ma sono tanti anni che posso dipingere di notte
    e di giorno credo che nn mi verrebbe nemmeno
    quindi…
    quindi ….vado avanti cosi’
     
    ti lascio un bacio leo
     
     
  2. carmen ha detto:

    ciao leo,innanzitutto volevo ringraziarti per gli auguri di compleanno che hai lasciato nel mio blog,sono sempre ben voluti,grazie^_^
    venendo a qllo che hai scritto ovviamente mi ha colpito molto e proprio giorni fa ne parlavo in metro con un mio compagno dell’univ!
    dire che "il mondo sta impazzendo" forse è anche poco…a volte guardo le persone,sento le cose che succedono,ascolto i tg e mi viene davvero da pensare. forse è vero i mass-media ci mettono poco a trasformare le notizie,ingigantendo i fatti accaduti forse per la smania di avere uno scoop tra le mani…forse è così,forse no!?non sono del ramo e quindi nn saprei sbilanciarmi più di tanto,sono solo una cittadina come tante che la sera prima di cena si metta davanti alla tv e sgrana gli occhi per le cose che sente!
    ormai siamo arrivati forse davvero alla perdita dei valori
    io sono cresciuta da piccola con i miei nonni perchè i miei lavoravano(come anche adesso del resto) però sono sempre stati presenti,ogni volta che potevano non mancavano a una recita o la domenica nn mancava la passeggiatina pomeridiana tutti insieme! capisco che magari oggi forse alcuni genitori nn possano farlo,i tempi sono duri però vedo pure che i giovani o meglio i "piccoli giovani" non ci mettono molto del loroper far sì che le cose vadano meglio. i tempi erano duri anche all’epoca della guerra(per altri motivi certo) ma nn mi pare che qlla generazione è venuta su così male come invece sta accadendo oggi!
    è allucinante,ragazzine che a 11,12 anni vanno girando già con super top aderentissimi e occhi cerchiati da una matita nera…ragazzini sempre più bulletti,che "dall’alto della loro saggezza" credono di essere fighi solo perchè fanno riprese hard o magari come nel caso di napoli(città dove abito da fuori-sede,per l’univ)perchè fanno parte di un "branco" e camminano armati!
    ma dove sono finite le partite di pallone nel campetto dietro casa…i giochi fatti con le bambole…le passeggiatine con il cane nel parco…i pettegolezzi fatti arrossendo con le amichette sul ragazzino carino visto alla fermata del pullman…
    sembrano cose lontane anni luce e tutto ciò è di una tristezza assurda!
    la colpa è in gran parte di questi genitori poco presenti ma mi chiedo:"i ragazzini di oggi sono davvero così imbecilli da nn capire che riprendere la propria compagna di scuola e far girare il filmato è una cosa sbagliata?"
    siamo davvero arrivati a questo punto,siamo davvero arrivati al punto che non si riescono a fare più le distinzioni spicciole su cosa è giusto e cosa no?!…"bella consolazione" e chissà andando avanti cosa ci aspetta!
    beh dopo questa piccola riflessione,ti saluto
    torna presto a trovarmi se ti va,è stato un piacere!
     
  3. Valentina ha detto:

    Ciao,
    grazie per il tuo commento e per l’incoraggiamento "virtuale"..
    passa ancora da me quando vuoi!..
    a presto
  4. Luana ha detto:

    Ciao,grazie per il commento,comunque si da una parte credo tu abbia ragione,le esperienze servono,ma fanno anche soffrire…
    Sono di natura diffidente…e quindi mi comporto di conseguenza…per me questa vita è una catena…do…se ne vale la pena…ma non so se ne uscirò sana e salva.
    Ciao e passa quando vuoi!a me fa piacere.
     
  5. Gioacchino ha detto:

    ciao carissimo Leo,
    come potrei non ricordarmi…….. un errore del quale sono stato lieto fin dal primo istante… 😉
    ti ringrazio davvero per le tue parole, credo che laddove ci sia realmente "cuore ed anima", la gente lo percepisca…..
     
    Hai pienamente ragione su quanto scritto…
    il potere dei media è impressionante, e la cosa che mi fa più paura quando si tratta di queste cose è l’emulazione, da parte di coloro che non ci avevano mai pensato prima ma che si fanno balenare l’idea sentendone parlare……
     
    Ti lascio un caro abbraccio, "King" Leo "Crimson"! 😉
    Sereno weekend
  6. alfredo ha detto:

    Ciao mio caro Amico Leo,
    si noi tutti abbiamo la responsabilità dei nostri figli, siamo noi i loro primi insegnanti, dobbiamo cercare di stare di più con loro, capirli e diventare loro complici, ci devono vedere come amici e non come ostacoli.
    Ma in tutto questo c’è la scuola e la vita di tutti i giorni, frenetica. Andiamo tutti troppo di corsa senza guardare mai intorno a noi.
    Condivido pienamente il tuo possit so che sei una gran bella persona, certe cose si sentono.
    Ti abbraccio Amico mio e ringrazio la tecnologia per avermi fatto conoscere persone come te.
    Alfredo
     
    Ps. Parto per tre giorni nella splendida città di Firenze, ho il treno alle 15,30 ciao ciao.
  7. Mare ha detto:

    Ma ciaoooo e’ sempre piacevole leggerti ……beh qui l’argomento e’ serio….e concordo al 100%100….con te che dire…..argomenti seri
    che ……almeno per me ci prendono tanto…..
    un bacio
     
  8. virtuale reale ha detto:

    leo……………finalmente riesco ad entrare nel tuo blog…..
    ogni volta che ci provo mi si blocca il pc.( ti avevo lasciato anche un msg nel mio blog) oggi evidentemente e’ la mia giornata fortunata…
    veniamo al tuo post…….ho poco da aggiungere…, vorrei solo  puntualizzare che anche un palpeggiamento fatto da un branco  o da un signolo è comunque una violenza!….je taajerei le mani!;)…
    APEREGINA!
  9. Lyfe BJ ha detto:

    Tutti noi abbiamo delle grosse responsabilità verso i giovani…loro ci osservano.
    E’ sempre un piacere ricambiare le tue visite…
    Ti auguro una buona notte!
  10. ♥♥♥stella romantica♥​♥♥ ha detto:

    ciao leo carissimo..passo per darti la buona notte…un kissssssssss grande
  11. caterina ha detto:

    E io dakkordo kon te riguardo al tuo post…
    anke se e difficile essere buon edukatori!!!
    Grazie x le belle parole..:)
    Un bacio…
  12. Rosazzurra .... ha detto:

    Che dire…non ci sono parole da aggiungere e sono d’accordo con te…..
    Buona serata ..era un po’ che non venivo .. e trovo sempre degli ottimi argomenti..
     
  13. Sonja A. ha detto:

    C’é ben poco da aggiungere, carissimo Leo.
    A me fa specie che i mass media hanno questo potere, non solo di mostrare una visione distorta dei fatti, ma anche di generare una sorta di reazione a catena….da un singolo episodio ne spunta un altro, un altro ed un altro ancora….
    Un pò come x il discorso della professoressa "hard", la maestra che impacchetta i piccoli alunni della scuola materna….
    Praticamente una volta che si leva il tappo da una "bottiglia", questa ne vomita a bulacchi….
    Poi, basta un altro fatto e tutt’a d’un tratto sulle vicende cala un imbarazzante silenzio….
    Sensazionalismi, clamori, sbatti il mostro in prima pagina….
    Sono madre anch’io e sinceramente il quadro che si prospetta nel futuro di mia figlia non é che mi piaccia un granché.
    Troppi condizionamenti provengono da quella scatola che trasmette immagini e suoni, dalla stampa, dalle pubblicità che si trovano in giro.
    Ci si fa un mazzo tanto x cercare di mantenere un adeguato tenore di vita e non far mancare loro nulla….
    Io nel mio piccolo cerco di spiegarle quello che può essere giusto o sbagliato, sono moderatamente apprensiva e cerco di responsabilizzarla seguendo passo passo la sua crescita….
    C’é stato un momento in cui, viste le sue condizioni di salute, son stata magari più propensa a viziarla e concederle qualche capriccio, ma nel momento stesso in cui ha ripreso a stare bene, son rientrata nei ranghi prima che sfruttasse la sua patologia come arma di ricatto x ottenere sempre di più.
    Spiacente, ma non mi faccio "comprare". E lei lo sa.
    X ottenere qualcosa da me, se lo deve onestamente "guadagnare".
    Dal bel voto a scuola, al lavoretto fatto in casa.
    A me dispiace x quei poveri genitori che si son dannati l’anima x crescere i propri figli senza far mancare loro nulla di..materiale, ed ora indirettamente pagano x il fatto che han tirato su delle gran teste di cazzo.
    Scusami x la terminologia, ma…in questo caso di voleva.
    Un abbraccio.
     

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2020 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)