Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11
SONO STATO IN BIRMANIA ANNI FA (VEDI FOTO ALBUM), ESATTAMENTE NELLA PRIMAVERA DEL 2001.
UN VIAGGIO SCELTO SENZA TANTO ENTUSIASMO INIZIALE, DIREI PIU’ UNA META DI RIPIEGO VISTO CHE NON ERO RIUSCITO A REALIZZARNE UN’ALTRO CHE AVEVO IN TESTA.. EPPURE, ALLA FINE, SI E’ RIVELATO UN VIAGGIO PER ME INDIMENTICABILE.
HO ANCORA NEL CUORE IL SORRISO GENTILE DI QUELLA GENTE, LA SUA CORDIALITA’ E LA SUA GENUINA OSPITALITA’.
HO ANCORA NEGLI OCCHI I SUOI INCANTEVOLI TEMPLI, I SUOI NUMEROSISSIMI BUDDA E LE SUE MAGNIFICHE PAGODE DORATE SPARSE OVUNQUE IN TUTTO IL PAESE.
CONSIDERATO CIO’ CHE STA SUCCEDENDO IN QUESTI GIORNI IN QUEL BELLISSIMO ANGOLO DI MONDO NON POSSO FARE A MENO DI SENTIRMI IDEALMENTE A FIANCO DEI MONACI BUDDISTI CHE STANNO MANIFESTANO PACIFICAMENTE, ORMAI DA BEN 8 GIORNI, CONTRO IL REGIME DI FERRO DI YANGON.
UNA FEROCE DITTATURA STA OPPRIMENDO DA TANTISSIMI ANNI LA BIRMANIA (MYANMAR  PER IL REGIME); IL PAESE E’ STREMATO E RIDOTTO ORMAI ALLA FAME.

I MONACI SFILANO CORAGGIOSI PER LE STRADE DELLA CAPITALE SFIDANDO LE FORZE GOVERNATIVE, QUELLE STESSE FORZE CHE IN PASSATO NON CI HANNO PENSATO SU DUE VOLTE PER SOFFOCARE NEL SANGUE OGNI TENTATIVO DI PROTESTA DELLA POPOLAZIONE.

OGNI GIORNO CHE PASSA IL NUMERO DEI MANIFESTANTI AUMENTA SEMPRE DI PIU’ PERCHE’ ANCHE LA GENTE COMUNE, USCENDO ALLO SCOPERTO, SI AFFIANCA AL LUNGO CORTEO “ROSSO/ARANCIO” DEI MONACI CHE MARCIANO SENZA SOSTA PER LE VIE DELLA CAPITALE E NON SOLO.

SPERO CHE NON SUCCEDA NULLA DI TERRIBILE, A LORO E AL POPOLO TUTTO, E… CHE NESSUNO OSI TOCCARLI!!!

SPERO CHE QUESTA SACROSANTA CONTESTAZIONE SERVA A FAR CAPIRE AI MILITARI AL POTERE CHE IL LORO TEMPO E’ DURATO ANCHE TROPPO E CHE E’ GIUNTO IL MOMENTO DI MOLLARE L’OSSO, ANCHE PERCHE’ NON C’E’ RIMASTO PIU’ NIENTE DA SPOLPARE.

SPERO INFINE CHE VENGA RICONSEGNATA AL POPOLO BIRMANO QUELLA DOLCE SIGNORA CHE PORTA IL NOME DI “AUNG SAN SUU KYI”, PREMIO NOBEL PER LA PACE NEL 1991, ANCORA SEGREGATA AGLI ARRESTI DOMICILIARI DAL 2003 SOLO PER AVER TRIONFATO ALLE PRIME ELEZIONI LIBERE TENUTESI NEL SUO PAESE NEL 1990…

.....
Share |

4 Responses to “Amo la Birmania (Myanmar per il regime), i suoi monaci e tutto il suo popolo…”

  1. Patrizia M . ha detto:

    Ciao Leo, come sicuramente avrai visto anche tu, le nostre speranze sono state vane, i monaci e la popolazione è stata attaccata con cruenza e la solità malvagità, diversi monaci sono morti e molte persone ferite. La loro paladina per la libertà ancora una volta, anche se le voci sono contradittorie, pare sia stata riportata in carcere. Questo popolo pacifico sembra non possa avere pace, la pace e la tranquilità che i monaci predicano e che ogni popolo avrebbe il diritto di avere. Un saluto, anche se triste, da Patty
  2. Delfina ha detto:

    <DIV align=center><A href="http://www.glitter-gfx.com/"><IMG height=300 src="http://dl3.glitter-graphics.net/pub/595/595173yhjnsdp84j.gif" width=300 border=0></A></DIV>
    <DIV align=center>&nbsp;</DIV>
    <DIV align=center>Alimenta la luce della speranza dei bambini in serie difficoltà</DIV>
    <DIV align=center>passa da me TI PREGO!!! Troverai un appello IMPORTANTISSIMO!!!</DIV>
    <DIV align=center>Non mi deludere, un sorriso Delfina<BR><A href="http://www.glitter-works.com/" target=_blank></A>&nbsp;</DIV> 
  3. Schiele... sciiiiiiii​ile pl... ha detto:

    Ciao LEO… grande intervento!!! Ogni giorno al telegiornale nn posso fare a meno d emozionarmi alla vista d qsto fiume umano rosso… immagino cm siano forti x te le stesse visioni visto ke sn legate ad un luogo in cui sei stato! E’vero… è triste il pensiero ke d giorno in giorno aumenti la possibilità ke qste persone possano subire un attacco e ke ttt s perda nel loro sangue… è triste l’immagine d qsta dolce donna minuta, premio Nobel x la Pace, tenuta ancora agli arresti domiciliari…
    è triste… tristissimo… pensare ke mentre ttt qste persone danno un valore grandissimo alla vita: proprio la loro x alcuni nn abbia nessuno!!!
    Sxiamo ke almeno stavolta l’unica tinta rossa sia qlla dei loro abiti ed incrociando le dita t saluto…
    bacio, Schiele  
  4. Patrizia M . ha detto:

    Anche se non ho visitato questi posti è impossibile rimanere impassibili di fronte a quello che sta succedendo e soprattutto a quello che hanno dovuto sopportare queste popolazioni. Molto bello e sentito quello che hai scritto e sono d’accordo con te nello sperare che non succedano episodi spiacevoli e violenti, ormai questo popolo ha sopportato l’inverosimile e hanno tutto il diritto di avere la loro libertà.
    Speriamo che vada tutto bene. Un saluto da Patty

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2020 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)