Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Carnevale a Venezia

Posted by Leorol On febbraio - 23 - 2012AGGIUNGI COMMENTO

In foto da sn. a ds.: Paola, Leo, Lucio, Gabriella e Fabione.
(cliccarci sopra per ingrandirla)
Oooohhhh, finalmente!!!
Adesso posso dire anch’io di aver visto il famoso carnevale di Venezia almeno una volta nella vita.
Tutto è successo grazie all’invito della cara amica Paola che mi ha ospitato insieme ad altri “sparuti reduci birmani” (compagni di un viaggio fatto nel 2001) nella sua bella ed accogliente abitazione di Mestre.
Sono partito Venerdì 17 (alla faccia della scaramanzia) alle ore 8.15 dal casello Ancona Nord.. eh già, perchè questa volta anzichè utilizzare la solita tratta ferroviaria ho optato per il meno utilizzato “servizio” su gomma, ossia.. le Autolinee Nazionali (link).
Devo dire che la scelta si è dimostrata davvero eccellente visto che non ho dovuto effettuare alcun cambio di pullman all’autostazione di Bologna (come invece avrei dovuto fare se avessi preso il treno) ed inoltre tra andata e ritorno, alla fine, ho pure risparmiato ben 40 eurini.. il che non è per niente poco in questi tempi di “vacche magre”.
Per arrivare a Mestre da Ancona ci si mette un’oretta in più rispetto alle varie “Frecce” che sfrecciano sui binari delle FS e questo per via di un paio di brevi soste del pullman in Autogril utili per fare “alleggerire” o “appesantire” il corpo ai passeggeri, a seconda dei loro bisogni personali, e di due fermate obbligatorie a Bologna (come già detto) e a Padova, salvo eventuali altre fermate “extra” a richiesta.
Il viaggio è stato comunque molto comodo e tranquillo e mi ha subito ricordato quelle splendide gite in comitiva (scolastiche e non) che si facevano una volta, specie quando a Bologna il pullman è stato preso d’assalto e completamente riempito da un gruppo di giovani studentesse universitarie americane, anche loro ovviamente dirette a Venezia in occasione del carnevale.
Appena arrivato a Mestre e formato il nostro mini-gruppo turistico, giusto il tempo per una superba spaghettata da Paola e poi via a macinare km e km a piedi per le magnifiche “calle” della città lagunare per due giorni buoni.
Venendo al carnevale posso dire che me lo sono goduto alla grande.. niente bombolette spray o schiume da barba da cui stare alla larga, nè bastoni di plastica appesantiti all’interno con giornali arrotolati (cose ormai da tempo vietate ovunque) e nemmeno lanci di coriandoli negli occhi (salvo l’unico ricevuto sulla mia bocca da quell’incorreggibile “bischero” toscano più propriamente a noi noto come Fabione, nonchè Vlado), ma solo sorrisi infiniti di persone e la genuina allegria dei bambini di ogni età.
Le maschere sono davvero stupende, di svariate forme e di diversi colori fiammeggianti, e  sempre disponibili per  lo scatto ricercato del turista.
E’ stato piacevolissimo passeggiare per le vie della città e fotografarle da ogni angolazione possibile.
Per chi volesse vedere qualche foto al riguardo cliccare in alto a destra (sopra il logo Leo’s Blog alla voce “Carnevale Venezia 2012” ed aprire la cartella che appare avviando poi la presentazione.
A me non resta che ringraziare i miei amici/che per la loro sempre piacevole compagnia e la mia compaesana Lorena (“la macellara delle Turete d’Ancona”) che si è aggiunta a noi all’ultimo momento e in maniera del tutto inattesa (peccato per il suo cellulare… 😥 ). (cliccare sulla foto qui  sotto a destra per ingrandire la sua “mascherina”).

.....
Share |

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2019 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)