Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Lega…teli!!!

Posted by Leorol On Aprile - 7 - 2012AGGIUNGI COMMENTO

E con l’ennesimo scandalo per uso privato di denaro pubblico anche questa gentaglia è stata pizzicata con le mani nella marmellata.

Era scontato che sarebbe finita così, insomma chi sta con lo zoppo impara a zoppicare.. e il “Berlusca” sotto certi aspetti è stato per loro sicuramente un ottimo maestro, soprattutto in materia di imbrogli e di malefatte.

Non per niente dopo la messa in disparte del “”nanoputtaniere” da capo del Governo, a ruota, seguono ora le dimissioni di Bossi da Segretario Nazionale della Lega Nord.

Adesso tutti sappiamo che i ladroni non stanno solo a Roma, come sosteneva il “Senatur” e tutti quelli del “partitodelcelodurismo“, ma gironzolano tranquillamente ed in buon numero anche nel sacro suolo Padano” (termine di cui non comprendo assolutamente il senso ma che cito solo per sentito dire), anzi addirittura li ritroviamo dentro casa del loro prode condottiero.

Mi domando se adesso la “sua” gente riuscirà almeno ad ammettere che la Lega Nord non è poi così diversa dagli altri partiti e che le  idee rivoluzionarie che pretendeva di rappresentare in esclusiva sono miseramente franate sotto le solite macerie fatte di scandali, ruberie e di “gnam-gnam-magna te che magno anch’io“.

Caro sig. Bossi (si fa per dire), forse da giovane avevi davvero degli ideali più o meno sani.. e magari nel tuo subconscio sognavi pure di diventare un giorno il “Che” dei Padani, pronto a liberarli da tutte le ingiustizie di questo mondo e soprattutto dalla tirannia di “Roma-padrona-e-ladrona”.

Invece, come molti della nostra classe politica, alla fine anche tu hai dimostrato di essere uno che pensa principalmente ai fatti propri (e di famiglia) più che hai bisogni della gente comune che ti da la propria fiducia.

Non è poi così importante, caro sig. Bossi, sapere se quelle mani sporche di marmellata sono proprio le tue o se invece appartengono a qualcuno che ha “lavorato”  (naturalmente a tua insaputa) al tuo fianco perchè, comunque sia, le tue responsabilità non sarebbero diverse visto che le persone nel tuo staff te le sei scelte tu.

E’ risaputo che quando si sta nei posti di potere per troppo tempo le probabilità di cadere in tentazione e di mettere le mani su qualcosa che non ti spetta sono altissime e tu hai dato puntuale conferma che questa regola è sempre valida.

Caro il mio Senatur, non ho alcuna difficoltà ad ammettere che non mi sei mai piaciuto ne tu ne il partito che rappresenti da tanti anni per cui, anche se non si dovrebbe mai sparare sulla croce gialla, faccio per questa volta un’eccezione ed esprimo la mia contentezza nel vederti costretto a gettare la spugna per via di questo scandalo che ti è scoppiato tra le mani.

Le motivazioni di questa mia “cattiveria” sono molteplici e provo ad elencarne alcune..

Non mi piace chi considera gli “extracomunitari” nemici da eliminare ad ogni costo e strumentalizza ad arte questo problema per seminare terrore e paura tra la gente al solo scopo di ottenere il loro consenso elettorale.

Non mi piace chi si esprime con parole e con gesti volgari nei confronti di chi ha punti di vista differenti, soprattutto se costui è un Ministro di un Governo e lo fa senza ritegno davanti alle tv.

Non mi piace chi raduna “quattro gatti” a Pontida per il ridicolo rito dell’ampolla, in nome di un fantomatico “Dio Po”, istigandoli poi alla secessione in nome di un popolo e di una terra che non esistono e che non esisteranno mai.

Non mi piace chi denigra la bandiera e l’inno di uno Stato che ogni mese gli fa comunque intascare stipendi mostruosi con tutti gli incredibili privilegi che la casta politica continua a tenersi ben stretti.

Non mi piace chi spiana la strada al proprio “figlio-trota” (somaro più di un somaro vero, con tutto il rispetto per quest’ultimo) fino a farlo diventare Consigliere Regionale con uno stipendio netto di 15.000 euro al mese, in barba ai tantissimi brillanti giovani laureati che non riescono a trovare un lavoro degno di questo nome e che spesso si vedono costretti ad accettare impieghi temporanei ed umilianti.

Non mi piace Borghezio che manderei volentieri a pulire i cessi in un centro di smistamento profughi incazzati come tori, così come non mi piace Calderoli, Cota, Castelli, Salvini, Pini e moltissimi altri..  tutta gente che vedrei volentieri con una pala in mano con l’obbligo di smerdare stalle e porcili a tempo indeterminato.

Voi mi direte: “ma allora sei proprio cattivo! Possibile che non se ne salva nemmeno uno?” 🙁

Si, uno lo posso salvare (e spero di non dovermi rimangiare la parola).. Flavio Tosi (più che Maroni); lui non mi dispiace, o meglio.. lo rispetto, anche se non sta dalla mia parte.

Approfitto per gli auguri di rito..

Buona Pasqua a tutti! (tranne ai ladroni..)

.....
Share |

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2020 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)