Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Il villaggio sulla roccia

Posted by Leorol On febbraio - 1 - 2016AGGIUNGI COMMENTO

A volte basta poco per mettere in bella mostra piccoli souvenir di viaggio comprati personalmente o ricevuti in regalo da qualcuno.

Perfino un banalissimo ceppo di legno bell’e pronto per essere fatto ardere in un camino, per esempio, può venire utile in certi casi.

Dopo tutto non è una cattiva idea voler dare migliore “visibilità” alle numerose casette in miniatura di diversi paesi del mondo che Lorybeth colleziona pazientemente da diversi anni a questa parte.

Così Leorol ha riesumato un ciocco di legno che giaceva inutilizzato nella sua “bottega” ed ha iniziato a lisciarlo e scavarlo per bene creando qua e là le giuste nicchie dove posizionare le mini-case di Loribeth senza tralasciare, ovviamente, di dare alla “collinetta” anche un accattivante aspetto estetico.

Si può dire alla fine che l’obiettivo è stato centrato ed il villaggio multietnico abbarbicato sulla roccia è venuto piuttosto caruccio e bello da osservare nel suo insieme.

Tra l’altro è anche possibile guardarlo facilmente da ogni angolazione grazie alla geniale idea di appoggiare la struttura sopra una base girevole per formaggi mai usata allo scopo.

Ma il discorso non finisce qui perché la cavità sottostante la “collinetta” potrebbe essere perfetta per realizzarci anche un piccolo presepe il prossimo Natale.. voi che ne dite?!??  😉

(cliccare sopra le foto se si desidera vederle ingrandite)

IMG_0008_1_1

.

IMG_0006_1

.

IMG_0005_1

.

IMG_0002_1

.

IMG_0001_1

.

IMG_0003_1.

IMG_0004_1

.

IMG_0009_1.

IMG_0007_1

Fotobook Scandinavia-Germania

Posted by Leorol On dicembre - 25 - 2015AGGIUNGI COMMENTO

Ecco la “new entry” nella personalissima biblioteca di libri fotografici realizzati da Leorol.

IMG_1260_1Le immagini contenute in questa raccolta ci racconta il magnifico viaggio effettuato in camper con gli amici “Bugi nel nord Europa.

Nonostante la carenza di.. “sole norvegese” che avrebbe dato sicuramente maggior risalto ai colori dei paesaggi (soprattutto alle isole Lofoten dove ha praticamente piovuto sempre) si può affermare che le foto non sono per niente da disprezzare e riescono ugualmente a dare un’idea della bellezza dei posti visitati.

A questo punto, sempre se ne avete voglia, non vi resta che sfogliare le pagine di questo fotobook cercando di immaginarci anche un pò di cielo azzurro e di mare blu. 🙂

Buona visione! 

(cliccate in basso a destra sull’icona con le “quattro freccine” per vedere il fotobook a tutto schermo)

P.S.: se volete sbirciare altri libri di famiglia cliccate sull’icona Libri Viaggi nel settore Sponsor situato nella colonna a destra di questa pagina.

Artistichettando – Parte settima

Posted by Leorol On dicembre - 12 - 2015AGGIUNGI COMMENTO

In questo settimo lotto Leorol si è concentrato esclusivamente sul mondo animale.

Il terzetto di “bestioline” di legno che ci presenta qui sotto comprende infatti un roditore dalla lunga coda, un elefantino dal lungo collo ed una piccola foca (che Dio la benedoca! 🙂 ).

Voglio trattenermi dal dare un giudizio personale sui pezzi in mostra e lascio quindi a voi la libertà di farlo, sempre se ne avete voglia.

Tenuto conto che siamo ormai vicinissimi alle festività Natalizie sarebbe stata buona cosa se avesse “scolpito” il bue, l’asinello e la pecorella da poter inserire in un bel presepio, ma non importa, magari lo farà il prossimo anno se avrà la giusta ispirazione.

Vi auguro una buona visione e, ovviamente.. buone feste a tutti! 

auguri

.
7IMG_0004_1
Fate scorrere la barra sulla destra per vedere le foto di ogni singola “scultura”

 (cliccateci sopra per ingrandirle e vederle meglio, se vi va)

.
.
.
IMG_00110_1Roditore  (vista 1)
.
.
.
.IMG_0010_1_1

Roditore  (vista 2)


.
.
..
IMG_0018_1_1

Elefantino  (vista 1)


.
.
..

IMG_0021_1_2

Elefantino  (vista 2)


.
.
..
IMG_0020_1_2

Elefantino  (vista 3)


.
.
..
IMG_0019_1_2

Elefantino  (vista 4)


.
.
.
.

0001_1Foca  (vista 1).


.
.
.
.0002_1

Foca  (vista 2)



.
.
..
0003_1_1Foca  (vista 3).
.

Se desiderate dare una sbirciatina alle “mostre” precedenti non avete che da cliccare sui link in tabella..

Artistichettando: indice

Parte prima Link
Parte seconda Link
Parte terza Link
Parte quarta Link
Parte quinta Link
Parte sesta Link

Picnic Table Bench: e che ci vuole a farla?

Posted by Leorol On ottobre - 12 - 20152 COMMENTI

Succede che un giorno Leorol per puro caso nota un video (link) sulla pagina “Home” di Facebook dove veniva mostrata una normalissima panchina che, con una rapida e semplice mossa, si trasformava di colpo in un bellissimo tavolo da pic-nic.

IMG_0004x_1

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Avete in mente la prima “cotta” che si prende di solito da ragazzini?

Ecco, quella visione è stata per lui la stessa cosa: una vera folgorazione!

Ormai la frittata era fatta e non ci mise troppo tempo perché imbrattasse alla grande il suo cervellino.

La voglia di poterla “possedere” era talmente tanta che fece all’istante un rapido inventario mentale dei pezzi di legno che poteva racimolare nel suo magazzino.

E’ così che prese la decisione di provare e costruirne una simile con le sue inesperte mani.

Il suo babbo (che riposi in pace) era uno di quelli che nella vita non buttava via mai niente e quindi non fu difficile trovare i listelli di legno adatti al progetto nonché un vecchio pallet che fu subito “pensato” da Leorol perfetto, una volta diviso a metà, per ricavarne la seduta “sdoppiabile” della sua picnic table Bench.

L’utensileria e le attrezzature non mancavano di certo in magazzino.

IMG_0004x_1bis

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Sega a disco “homemade”, avvitatore/trapano a batteria, martello, raspa, lime, scalpelli, carta vetrata, viti e quant’altro erano tutti disponibili, neppure un chiodo è stato necessario comprare.

Per prima cosa però occorreva stabilire le dimensioni della panca e di conseguenza quelle di tutti i suoi componenti.

Se si escludono le misure basilari suggeritegli da una normale sedia (l’altezza e la profondità della seduta e l’altezza dello schienale) tutte le altre misure Leorol se le è dovute “inventare” e “provare” a mano a mano che il lavoro andava avanti.

Il problema più grande da risolvere è stato per lui quello di dimensionare i particolari coinvolti nel meccanismo di apertura/chiusura della panchina, in particolare l’individuazione del punto preciso dove effettuare i fori per l’inserimento dei perni che permettessero il suddetto movimento.

La cosa non è così semplice per i non addetti ai lavori e lui se ne accorse subito quando, a panchina “aperta”, una delle due sedute non si allineava parallelamente al piano della tavola.

Ma non ci mise molto a capire dove si nascondeva l’errore e alla fine, come potete vedere dalle foto, riuscì a vincere la sua scommessa con se stesso e a terminare il lavoro in maniera piuttosto egregia. 

Si, avrebbe potuto migliorare l’aspetto della panchina con maggiori rifiniture, magari verniciandola completamente per mascherare i diversi tipi di listelli di recupero utilizzati.. ma direi che va bene anche così.

Come potete immaginare la sua soddisfazione è stata comunque davvero grande.

Questo il video che Vlao gli ha fatto dove potete ammirare il suo lavoro in “movimento” sul suo terrazzo di casa sua.

Bravo Leorol!!! (e se te lo dico io ci puoi credere.. )  😉

Niente asilo per lui..

Posted by Leorol On settembre - 3 - 2015AGGIUNGI COMMENTO
Niente asilo

Aylan, il bimbo morto sulla spiaggia La famiglia sognava il Canada

Ma quale Europa Unita?

Quale solidarietà tra i popoli?

Quale umanità?

Se succedono fatti così orribili ho paura che non c’è più speranza per noi esseri umani.

L’immagine di questo bimbo sulla spiaggia mi fa letteralmente piangere.

La verità è che ci sono troppe persone che non sanno e non vogliono per niente al mondo guardare oltre il loro bel “giardino”.

A loro non importa un fico secco dei disperati che fuggono da guerre, miseria e fame.
Poi ci sono gli “sciacalli” capaci di cavalcare in maniera rivoltante una tragedia immane come quella dell’immigrazione al solo scopo di racimolare schifosi consensi elettorali contando sulla paura e sull’ignoranza delle persone.
Magari qualcuno (che evito di nominare per non vomitare all’istante) potrebbe utilizzare questa foto per una delle sue “simpatiche” felpe.., dopo quella della “ruspa” potrebbe trovarla utile per i suoi stupidi “messaggi”!!!?
Io gli consiglierei invece di incorniciarla e di metterla sul suo comodino e di guardarla ogni sera prima di addormentarsi (se ci riesce..), forse potrebbe “illuminarlo” e farlo smettere di dire certe idiozie sulle reti televisive (e questo naturalmente vale anche per tutti i fascio-razzisti al suo seguito).
Il mondo è di tutti anche dei più miserabili, ed è giusto che sia così.
Non serve tirare su muri o proteggere con barriere di filo spinato i propri confini perché niente potrà fermare questo esodo biblico.
Tutti hanno il diritto di provare a vivere da qualche altra parte se nel loro paese regna l’ORRORE.
Spero che i sordi governanti europei (ma non solo europei) lo capiscano al più presto e trovino una soluzione per accogliere in maniera decente queste povere e sfortunate persone.
Se non lo faranno che Dio li maledica tutti!

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2018 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)