Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Un’amicizia finalmente reale

Posted by Leorol On maggio - 15 - 2018AGGIUNGI COMMENTO

Windows_Live_Spaces_logo_c_vC’era una volta una piattaforma gratuita per blog che si chiamava “Windows Live Space” sviluppata nel Dicembre 2004 da Microsoft per tutti gli utenti registrati.

Nel 2006, esattamente il 6 di Marzo di quell’anno Leorol iniziò a creare il suo blog e a postare il suo primo articolo che diceva.. “Sto facendo un tentativo per vedere se tutto funziona bene. Provate a mandarmi un messaggio o entrate nel mio blog se ci riuscite. Grazie! Ciao!”

Da quel giorno inizia la sua avventura virtuale che lo porta a conoscere tantissime persone sparse in tutta Italia (e non solo in Italia) grazie ai loro commenti lasciati di tanto in tanto sugli articoli pubblicati.

MiggyTra quelle persone c’era anche una certa Miggy con la quale Leorol aveva instaurato un rapporto davvero amichevole ma che perse di vista dopo il forzato trasferimento del blog sulla piattaforma WordPress, in seguito alla chiusura di “Live Space” avvenuta nel Settembre 2010.

Ma la rete, come si sa, è piena di “risorse” e poco tempo dopo ritrovò il suo bel viso su un profilo di Facebook.

A quel punto non è stato difficile riprendere i contatti e continuare la loro bella amicizia virtuale come ai vecchi tempi.

Lei è una ragazza peruviana che vive a Lima ma che a volte gli capita di venire in Italia a Modena a trovare sua cugina (anch’essa peruviana ma stabilizzata in Italia da diversi anni) e a ritrovarsi con altri suoi amici/che italiani conosciuti in rete.

DSCF2914 (Custom)Era da un pò che i due cercavano di creare un’occasione per vedersi finalmente dal vivo e alla fine ci sono riusciti grazie ad una bella grigliata organizzata da Miggy a casa del suo compagno modenese Enrico, con sua cugina Irene, a Levizzano Rangona nei dintorni di Modena.

E’ stata proprio una giornata speciale e indimenticabile per Leorol e Lorybeth anch’essa presente all’evento; non succede spesso di essere invitati a pranzo da persone che non ti hanno mai visto prima, se non su qualche foto di un profilo social.

DSCF2912 (Custom)Le più belle amicizie nascono anche così.. tra una braciola di maiale, una salsiccia, un bicchiere di vino (anzi, più di uno..) e tanti sorrisi.

Impossibile per Leorol non postare su questo suo blog la conversazione intercorsa su FB tra lui e la sua amica Miggy Andrade dopo il loro primo incontro che ha  reso reale un’amicizia fino a quel momento vissuta solo virtualmente. Queste le loro belle parole:

Miggy:

In ogni viaggio il destino mi ha sempre sorpresa, se fosse stato pianificato sono sicura che non sarebbe venuto fuori come mi aspettassi.

Dopo tanti anni di conversazioni a distanza, tanti pensieri scambiati e senza immaginare che un giorno ci saremmo visti, l’amicizia nata 14 anni fa attraverso un blog è finalmente suggellata con un grande abbraccio!

L’incontro tanto desiderato è avvenuto. Leo! Il tuo entusiasmo, la tua gioia e spontaneità sono proprio come hai manifestato per tutto questo tempo 

Non so chi ringraziare, Dio, la vita, il destino, non lo so, la verità è che devo ringraziare che a modo mio trovo sempre persone straordinarie!

Che questa festa si ripeta !!!

Leorol:

E’ stato semplicemente strepitoso quello che è successo!

A volte la rete riesce a realizzare magie incredibili..

Grazie di cuore per il calore e la simpatia che ci avete riservato e per le tue belle parole Miggy.

Non ci fermeremo qui, questo è poco ma sicuro.. Un abbraccio a tutti voi e a presto!!! 🙂

Miggy

Il nostro incontro è stato fantastico soprattutto in quel secondo un cui ci siamo finalmente visti faccia a faccia, nessuno di noi si aspettava le reazioni spontanee che abbiamo avuto rispettivamente, non dimenticherò mai questa bella giornata!
Un forte abbraccio a te e Loredana che è una donna fantastica!!!!
A presto!!!!!!!

....
Share |

Un altro bel viaggio

Posted by Leorol On giugno - 7 - 2017AGGIUNGI COMMENTO

Della pVietnam_Cambodia_flagsenisola indocinese a Leorol mancava solo un paese da visitare e questa era una lacuna che prima o poi doveva colmare.

Contrariamente all’anno scorso, che gli è andata buca per “carenza” di partecipanti al viaggio, stavolta c’è finalmente riuscito e così ha potuto mettere l’agognato tassello pure sul Vietnam.

Per far contenta Lorybeth, che aveva piacere di vedere il sito di Angkor Wat, è ritornato anche in Cambogia, dove era già stato nel 2005, ed è stata una buona opportunità perché rispetto all’altra volta ha potuto visitare molti più siti (soprattutto ad Angkor Wat) che non aveva visto per mancanza di tempo.

Il viaggio è stato molto bello e interessante oltre che intenso, ma questo è scontato quando si viaggia con AnM.

E che dire del gruppo? Davvero ottimo sotto ogni punto di vista, soprattutto nei tanti momenti in cui si brindava sotto il sole cocente con freschissime lattine di birra stando bene attenti a non sentirsi urlare dietro “CAVALLO” se, per sbadataggine, ci si ritrovava a bere con la mano destra (nel qual caso la regola vuole che il bicchiere va di nuovo riempito e il penitente è costretto a berlo tutto d’un fiato o offrire un giro a tutti).

Un giochino come un altro che ci ha fatto parecchia compagnia oltre che sorridere (e bere) per tutto il viaggio.

Naturalmente anche stavolta ci sono un’infinità di fotografie che raccontano questa ennesima avventura, (quasi tremila tra foto e filmatini!!!) e adesso il nostro Leorol è alle prese col montaggio del solito foto-video (che è già a buon punto) da vedere con gli amici.

Comunque per chi avesse tempo e voglia di guardare una buona parte delle sue foto (521) le trovate in alto a sinistra sopra il logo di questo blog cliccando alla voce “ALBUM FOTO VIAGGI” dove ci sono anche le foto di tutti gli altri viaggi che Leorol ha effettuato fin dalla sua “verde” età.

Ma se non volete perdere tempo prezioso potete cliccare direttamente qui per entrare subito nel viaggio Cambogia-Vietnam 2017.

Ciao! Ciao!

....
Share |

Viaggio in Iran

Posted by Leorol On agosto - 12 - 2016AGGIUNGI COMMENTO

iranCon un pò di ritardo eccomi a raccontarvi qualcosa sul mio ultimo viaggio effettuato lo scorso mese di Maggio insieme a Lorybeth e ad altri 15 tra amiche/ci provenienti dall’Italia e non solo (due baldi e bravi giovani infatti venivano addirittura da Monaco).

Occorre subito dire che è stata la mia prima volta in Medio Oriente e la scelta dell’Iran come meta di viaggio era praticamente obbligatoria dato che attualmente è l’unico paese che si può considerare relativamente “tranquillo” in quella zona di mondo martoriata da guerre fratricide e taglia gole dementi.

Il viaggio è durato complessivamente 23 giorni ed abbiamo visitato sia la parte nord dell’Iran, meno turistica ma non per questo priva di interesse soprattutto dal punto di vista paesaggistico, che la parte sud normalmente più gettonata dai vacanzieri.

Le bellezze tipiche che caratterizzano il paese ovviamente sono le moschee decorate con ceramiche bellissime e stucchi raffinati, i labirinti di bazar che si dipanano al coperto in ogni città, i maestosi Mausolei (in particolare quello di Shiraz luccicante internamente come un diamante), insomma tutte meraviglie che potete ammirare nel mio reportage fotografico (“Link”), ammesso che ne abbiate voglia.

A parte questo voglio invece evidenziare alcune particolarità che mi hanno in qualche modo colpito e che non mi aspettavo di vedere.

Tanto per cominciare le piccole insegne luminose al neon con le scritte multicolori e animate con effetti speciali tipo “Las Vegas” che si vedono per le vie delle città in ogni localino o negozio commerciale, grande o piccolo che sia.

Decisamente una cosa positiva è la presenza di bagni pubblici in ogni luogo turistico (insomma mai avuto un problema per “farla” quando occorreva senza essere costretti a dover ordinare un caffè al bar, come succede spesso da noi, per utilizzare la toilette privata del locale).

Altra lieta sorpresa i distributori di acqua potabile freschissima piazzati nei luoghi pubblici di particolare interesse e maggiormente frequentati dai visitatori. Alcuni sono muniti di cannucce, altri dei classici bicchieri di plastica. Superato un primo momento di timore a bere acqua non imbottigliata (come generalmente è di regola nei paesi orientali) alla fine è stata una vera manna dal cielo considerato il caldo che c’era soprattutto nel sud del paese.

Ad indicare una certa vitalità edilizia (dovuta magari anche alla fine dell’embargo deciso dagli americani nei confronti del paese) balza all’occhio i tanti nuovi quartieri in costruzione, in particolare nei dintorni delle grandi città, oltre alle immense rotatorie stradali che si vedono ovunque (da quelle parti lo spazio non manca di certo) con al centro giardini e/o monumenti di vario genere alcuni dei quali un pò inconsueti per noi.

A proposito di strade.. impossibile per il turista straniero non notare la grande difficoltà di attraversare le vie delle città. E’ una vera battaglia personale contro le auto e i motorini che passano di continuo e non ha alcuna importanza se si è sulle strisce pedonali, tanto non ti lasciano il passo neanche per sbaglio. C’è solo un modo per “conquistare” il marciapiede di fronte: buttarsi anima e corpo in mezzo alla strada e bloccare il traffico di forza con la mano. Non abbiate paura, non vi succederà niente anche se loro faranno del tutto per passare lo stesso; non vi arrendete e vedrete che alla fine si fermeranno, magari ad un palmo dalle vostre gambe.. ma si fermeranno, potete starne certi.

Un’altra particolarità degli iraniani è il loro passatempo preferito: il picnic che fanno nei parchi e nei giardini e non vi stupite se li vedete quasi gareggiare per invitarvi a mangiare con loro. In questo paese l’ospitalità e la cordialità della gente è a dir poco commovente.

Qui sotto ho inserito qualche foto scattata qua e là durante il viaggio (non incluse nel mio reportage fotografico ufficiale) che evidenziano comunque alcuni curiosi aspetti di questo splendido e grande paese.

Buona visione. 😎

.
Fate scorrere la barra sulla destra per vedere le foto elencate qui sotto.

 (cliccateci sopra per ingrandirle e vederle meglio, se vi va)

.

.

         IMG_0972_1 (Large)_1_1     IMG_1162_1 (Large)L                      Smartphone-mania                                              Monumento alla bicicletta

,

IMG_0860_1 (Large)_1       IMG_0294_1 (Large)_1

         Monorotaia in costruzione  a Qom                            Particolare recinzione moschea

,

IMG_0132_1 (Large)_1                 IMG_0062_1 (Large)_1

                        Imam                                                     Cartellone pubblicitario           

,

IMG_1461_1 (Large)     IMG_1830_1 (Large)

          L’altra corsia di marcia.. lontanissima!               Carcasse auto esposte come monito

,

 IMG_2441_1 (Large)_1      IMG_0071_1 (Large)

           Cartellonistica per le vie                                             Edilizia galoppante

.

IMG_0101_1 (Large)     IMG_0111_1 (Large)_1

      Rotatoria con porta                                                          Arcate di un bazar

,    IMG_0161_1 (Large)_1_1        IMG_0553_1 (Large)

     Tecnologicamente super-presenti                            Ultimi modelli

 .

    IMG_0785_1 (Large)       IMG_0620_1 (Large)_1

      La fatica nelle risaia                                                     Il traffico super-frenetico

 ,

     IMG_1101_1 (Large)      IMG_0932_1 (Large)_1

      Come due suore                                                         Rotatoria con vaso

.

,     IMG_1245_1 (Large)     IMG_1564_1 (Large)

         Selfie stick                                                        Rotatoria con mappamondo

   .

        IMG_1729_1 (Large)_1         IMG_1583_1 (Large)

       Testata letto zoroastriana                                        Vicoli antichi

,

 IMG_1894_1 (Large)_1       IMG_1893_1 (Large)_1

         Fruttivendolo                                                          Bancarellaro 

,

 IMG_2069_1_1 (Large)_1        IMG_2601_1 (Large)_1

     Camminando sull’acqua                                                 In attesa 

,

IMG_1913_1 (Large)_1        IMG_1846_1 (Large)_1

          Primo piano                                                            Stucchi e decorazioni

      IMG_1829_1 (Large)_1      IMG_1772_1 (Large)

    Stazione di servizio “spaziale”                                    Luminarie

 IMG_0068_1 (Large)         IMG_0078_1 (Large)

       La storia indelebile                                      Il loro pane-lenzuolo ,

,

        IMG_2124_1 (Large)        IMG_0242_1 (Large)

        Entrata di un parco pubblico                       Automobiline a pedali vendonsi

 ,              

        IMG_2395_1 (Large)        IMG_0342_1 (Large)_1

      Suggerimento fotografico                      Banane: 4.500 rial al kg. come da cartello ,

.

     IMG_0552_1 (Large)      IMG_2599_1 (Large)_1_1

     Per tutti i gusti                                                                              Statua educativa

.   

    IMG_0578_1 (Large)_1_1      IMG_0644_1 (Large)_1_1

     Narghilè                                                                Macelleria all’aperto

,

    IMG_0683_1 (Large)_1      IMG_0688_1 (Large)_1_1

       Bamboline di pezza                                              Cipollame da strada

,

    IMG_0717_1 (Large)_1      IMG_1325_1 (Large)_1

     Il vigile                                                                    Sopracciglia accuratissime ,

 

....
Share |

Viaggio in Scandinavia e Germania

Posted by Leorol On luglio - 20 - 2015AGGIUNGI COMMENTO

Nordkapp

Missione compiuta! 

I quattro avventurieri (Bugio, Bugia, lorybeth e Leorol) hanno conquistato l’intera Scandinavia arrivando a toccare, come da programma, la sua punta estrema: il fatidico e lontanissimo promontorio di Nordkapp.

.

Il viaggio in pillole..

Durata: 26 gg. (ma potevano essere di meno con una maggiore alternanza alla guida.. 😀 ) 

Km. percorsi: 10.300 in scioltezza (soprattutto per Leorol che ha bivaccato praticamente per tutto il tragitto a fianco del “boss-pilota”.. 🙂 ) 

Trekking effettuati: uno (l’ultimo della vita per qualcuno.. 😕 )

Neve: alta come un muro ai lati della strada dei Trollnella parte centrale della Norvegia (che ha spaventato non poco qualcuno.. 😯 )

Freddo: quello che ci si deve aspettare dalle parti del circolo polare artico (sopportato comunque alla grande da tutta la combriccola 😆 )

Acqua: tantissima!!! Praticamente presente ovunque. Tra mare, cascate, fiumi, laghi e.. pioggia  😥 (che tuttavia non ha compromesso più di tanto la visita ai posti migliori, Lofoten a parte) non si può certo dire che sia stato un viaggio sfortunato se corrisponde al vero il detto “sposa bagnata sposa fortunata”. 

Multe: una per divieto di sosta (nonostante le attenzioni e le tante preoccupazioni al riguardo.. 🙂 )

Cucina locale: sconosciuta (a parte un tentativo di “paella norvegese” insignificante al cospetto delle quotidiane e abbondanti abbuffate in camper di prodotti caserecci portati al seguito..  😉 )

– Stoccafissi: a centinaia ad essiccare su pali di legno soprattutto alle Lofoten (anche se non si capisce come possano essiccarsi con tutta l’acqua che di solito viene giù a catinelle da quelle parti.. 🙄 )

Avvistamenti animaleschi: praticamente uno, l’Alce.. anzi no la Renna! 😕

Traghetti, ponti e gallerie sopra e sotto il livello dell mare: da perderne il conto.. 😕

Piazzole di sosta Norvegesi: strepitosamente in ordine e con wc super tecnologici (quasi da rendere necessaria la consultazione di un ipotetico libretto di istruzioni.. 😕  ) 

Visite città “by night”: nessuna (troppo grande la soddisfazione di poter mandare a monte una partita a carte dopo cena per “eccesso di culo”  da parte di qualcuno.. 😆 )

Visite “extra” non previste dal programma: due. Berlino e il Castello di Neuschwanstein lungo la Romantic Strasse in Baviera (dopo lunga e  paziente opera persuasiva nei confronti di qualcuno..  🙄 )

– Foto scattate: oltre 2000! (ma non spaventatevi non ci sono tutte nell’album dei viaggi..  🙂 )

IMG_0258_1

Geirargerfjord

Questo il “sunto” del viaggio che, a parte le battutine di Leorol, è stato davvero bellissimo sotto ogni aspetto.

Per vedere un pò delle sue foto potete cliccare sulla scritta “FOTO ALBUM VIAGGI” posta sopra il logo di questo Blog (per i più frettolosi è sufficiente cliccare qui per entrare direttamente nell’album in questione).

.

P.S.: osservazioni sul mezzo di trasporto usato (camper dei Bugi): fantasticamente perfetto dall’inizio alla fine  😉 .

....
Share |

Direzione profondo Nord

Posted by Leorol On maggio - 13 - 2015AGGIUNGI COMMENTO

Se tutto va bene stavolta Leorol dovrebbe riuscire a realizzare uno di quei viaggi rimasti chiusi nel cassetto quando da giovane sbarbatello, durante le vacanze scolastiche, era solito girare l’Europa con i suoi amici/che rigorosamente in tenda, con mezzi di trasporto spesso in “prestito d’uso gratuito” e con “quattro lirette” in tasca.

Sono passati almeno quarant’anni da quei tempi ma adesso pare che sia la volta buona per concretizzare la lunga escursione verso il profondissimo e freddissimo Nord.

capo nord

Clicca sulla foto per ingrandire

Ebbene si, la meta finale è il mitico e lontanissimo Capo Nord.

La spedizione avverrà utilizzando un super-attrezzato Camper (quello del “Bugio” e della “Bugia“) e durerà all’incirca una mesata.

La partenza è fissata per il giorno 29/30 di questo mese e si ritornerà a casa il 23/24 Giugno (almeno si spera 😀 ) dopo aver percorso circa 11.000 Km.

Loribeth ha già tracciato il percorso che prevede l’attraversamento di Austria, Germania e Danimarca dove i “quattro camperos” prenderanno il traghetto per sbarcare in terra di Norvegia.

preikestolen norvegia

Clicca sulla foto per ingrandire

Da quel momento avrà inizio la lunga avventura nel paese dei mille fiordi, delle splendide Isole Lofoten, su fino a Capo Nord (ammesso che non si accumulino gravi ritardi sulla tabella di marcia che possa impedire di raggiungerlo).

Oltre alla visita di splendide città e coloratissimi villaggi lungo tutta la costa Norvegese non mancherà di certo qualche sgroppata in mezzo ai monti.. eh si, perché per vedere la colossale roccia di Preikestolen, sul fiordo norvegese di Lysefjord, i “quattro scellerati” dovranno necessariamente munirsi di un bel paio di scarpe da trekking e sorbirsi qualche ora di cammino in salita per ammirare il panorama mozzafiato dalla sommità della roccia.

Se il suddetto trekking al 90% parrebbe alla portata del gruppo al completo non risulta altrettanto sicuro realizzarne un altro che a Leorol piacerebbe tanto fare… vale a dire quello del Trolltunga (lingua del troll, in italiano), ossia una roccia sporgente che si staglia in orizzontale al di sopra del villaggio di Skjeggedal presso Odda, regione dell’Hordaland in Norvegia, situata a 1100 mt. s.l.m. sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet.

L’escursione di 22 km. (a/r) richiede 8-10 ore di cammino e la salita (molto impegnativa nei primi 2/3 km) presenta un dislivello di circa 900 metri.

Leorol capisce benissimo che per fare questo trekking la fatica da mettere in conto è davvero tanta, ma una volta arrivato alla “lingua” sa anche che scomparirà di colpo, come è successo in altre esperienze simili, perché la vista da lassù è da togliere il respiro.

Guardando il video qui sotto direi che c’è da crederci...

Dalle informazioni ricevute via e-mail dall’Ufficio Turistico della zona in questo periodo l’escursione al Trolltunga può essere affrontata solo con abbigliamento e attrezzatura da neve (!!!?).

Detto tra noi la vedo dura per Leorol se la neve nel frattempo non si scioglie..  🙄

Il viaggio di ritorno da Capo Nord prevede il passaggio attraverso la Finlandia (dove si spera di incontrare e salutare Babbo Natale), la Svezia e quindi di nuovo Danimarca, Germania, Austria fino ad arrivare a casa.

Niente male come programma, no?

Al ritorno poi vi racconterò come è andata.. statene certi.

....
Share |

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2018 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)