Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Hang Drum: magico strumento!

Posted by Leorol On marzo - 28 - 20121 COMMENTO

Ammetto la mia ignoranza, ma a volte succede di “scoprire” cose che non si pensava potessero esistere.

Oggi ho visto un oggetto a dir poco strano.. come un ufo.. insomma una specie di disco volante.. ma con degli effetti davvero magici per le mie orecchie.

Mentre girovagavo sulla pagina FB della mia “virtual friend” Dana alla ricerca di nuove foto da aggiungere alla mia raccolta di “belle immagini” (link) mi sono imbattutto in un suo video condiviso che ha subito attirato la mia attenzione.

Il video mostra due giovani “cappelluti” entrambi intenti a maneggiare lo strano oggetto che vedete in foto qui sopra che si chiama “Hang” (mettere in pausa la musica della mia PlayList  prima di avviarlo).

Immediatamente sono scattate le mie ricerche in rete e su YouTube che hanno colmato la mia lacuna su questo bellissimo e fino ad ora sconosciutissimo (almeno per me) strumento.

Ho scoperto che:

E’ uno degli strumenti più rari al mondo e viene costruito in Svizzera dalla Panart, una ditta costituita da due artigiani di Berna.

E’ stato inventato nel 2000 da Felix Rohner e Sabina Schärer dopo anni di studi su strumenti a percussione.

Si compone di due parti di metallo convesse unite tra loro queste due parti si chiamano: Ding (quella superiore) e Gu (quella inferiore).

Il lato Ding è composto da 8 zone tonali poste nella parte più esterna del corpo. Al centro c’é una sorta di cupola che percossa produce un suono simile a quello di un Gong.

Il lato Gu invece è prevalentemente studiato come cassa risonante. Ha un foro al centro che può servire anche per modulare il suono prodotto dal lato Ding.

Uno strumento del genere è sconosciuto anche a molti musicisti.

La sua peculiarità è proprio il suono, in grado di rapire per qualche attimo le anime di coloro che hanno la possibilità di ascoltarlo.

Visto che la mia testolina ha subito pensato a come poterlo “possedere” ho cercato di conoscerlo meglio sotto l’aspetto economico.

Il risultato? Presto detto:

Per avere tra le mani questo strumento occorrono circa 1.000 euro e… uno – due anni di pazienza poichè la pruduzione si attesta a quasi 400 pezzi l’anno.

Purtroppo in italia non ci sono più negozi che vendono questo strumento poichè l’esclusiva è stata ritirata, ma spedendo una bella lettera alla Panart Company a Berna e attendendo qualche mese per la risposta lo si può prenotare tranquillamente.

Questa ditta svizzera offre anche l’opportunità di visitare il laboratorio dove l’hang drum viene costruito.

E’ possibile trovarlo anche su ebay, peccato che i prezzi sono a dir poco spaventosi!

Ci sarebbe però un’altra soluzione decisamente più alla portata di tutti.. ammesso che si abbia una certa dimestichezza con il  lavoro di carpentiere.

E” infatti possibile un “fai da te” apportando alcune modifiche ad una banalissima bombola gpl (se ne avete una) ma, come detto sopra, non è un lavoro per tutti (tanto meno lo è per me).

Comunque sia qui ci sono le istruzioni per chi volesse provarci.

In bocca al lupo! 🙂

....
Share |

 100420 ypt210_angle

Ebbene si, dopo la chitarra elettrica che mi sono regalato appena andato in pensione (link) la mia personale “collezione” di strumenti musicali si è ulteriormente incrementata con l’aquisto di questa splendida tastiera multifunzioni Yamaha YPT-210.
L’offerta del Lidle” era davvero troppo allettante e l‘idea di poter avere a portata di mano un simile strumento in casa mia era ancora più irresistibile.
Anche se non siamo a livelli professionali gli effetti e gli accompagnamenti che si possono fare con questa tastiera sono numerosissimi ma il classico e splendido suono del pianoforte a coda a mio parere rimane insuperabile.
Ogni volta che ci poso le dita sopra il mio buon orecchio musicale riesce sempre a regalarmi piccole ma intense soddisfazioni e poco conta se in vita mia non ho mai letto un foglio di spartito.
Volete sapere cosa ho imparato a fare?
Beh, tanto per darvi un’idea riesco per esempio a suonare tranquillamente un pezzo come questo che vi propongo qui sotto.
Niente di trascendentale, ma per uno come me che trova le note ad orecchio non è poca cosa.. (non sono io quello nel video, ma vi assicuro che non notereste granchè differenza se suonassi al suo posto.. 

P.S.: se volete sentire il brano originale degli Eluvium questo è il link su YouTube…
  
....
Share |

Il sogno di una vita…

Posted by Leorol On gennaio - 22 - 20089 COMMENTI

080122 Fender Mexico stratocaster nera

CE L’HO FATTA!!!
Ieri mi sono comprato (finalmente) una chitarra elettrica con tanto di processore multieffetto stereo al seguito che mi permette di tirarci fuori molteplici tipi di suoni.
Una Fender Stratocaster Mexico! (esattamente come quella in foto)
Pure troppo per le mie modeste capacità “artistiche”..
Sono felice come un bambino per aver realizzato, a quasi 58 anni suonati, il sogno di una vita.
Anche se, come dicevo, non mi ritengo un vero musicista, il solo fatto di vederla, di poterla tenere tra le mani e di suonarla per quel poco che so fare è per me già una soddisfazione davvero indescrivibile.
So che mi farà molta compagnia d’ora in avanti e ritrovarmi in pensione, adesso, è ancor più piacevole.
Scusatemi ma non posso trattenermi oltre, devo andare, qualcosa mi sta “chiamando”….. Animoticon 
....
Share |

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2018 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)