Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Che vergogna…

Posted by Leorol On Novembre - 14 - 20084 COMMENTI
081114 RAIVIGILANZA RAI..
Blitz del Governo che con i suoi voti fa eleggere Riccardo Villari alla presidenza della commissione di Vigilanza Rai infischiandosene del fatto che la scelta del candidato, per quella fondamentale carica, è di esclusivo competenza delle opposizioni come previsto per legge.
Il fatto è a dir poco arrogante e provocatorio se si pensa che colui che deve essere “controllato” possa scegliersi il suo “controllore”.
In nessuna parte del mondo succedono cose simili, solo da noi è possibile purtroppo..
Se poi questo non è un atto dittatoriale spiegatemi voi cos’è…
.
QUANDO IL SINDACATO MENTE.. 
Per caso avete visto Martedì scorso Ballarò?
No!!??!?
Meglio così…
Vi assicuro che non è stato piacevole sentire il segretario della UIL Angeletti negare spudoratamente, in diretta e davanti a milioni di telespettatori, la sua presenza ad una riunione “privè” tenutasi poco prima della trasmissione a Palazzo Grazioli tra Governo, Cisl, Uil e Confindustria (CIGL, naturalmente, non invitata e all’oscuro di tutto).
“Carta canta” gli ha detto bonariamente ad un certo punto il conduttore facendosi forte delle notizie telematiche in suo possesso..
“siete usciti dalla porta secondarie per tentare di passare inosservati”.. e lui (Angeletti) imperterrito a negare fino alla fine la cruda e nuda verità, ormai sotto gli occhi di tutti.
Insomma, come si dice… beccato con le mani nella marmellata!
Non critico il fatto che abbia partecipato a quella riunione di “famiglia”, è la menzogna pubblica che non capisco e non sopporto.
E’ chiaro a tutti che il nanopresidentedeconsiglio mira a spaccare l’unità dei tre principali sindacati (non è la prima volta che ci prova), i “mezzi” non gli mancano di certo per riuscirci e se UIL e CISL pensano di poter stare meglio dalla sua parte.. che vadano pure.
Per CGIL molto meglio saperli là piuttosto che averli cospiranti alle spalle..     
.
PESTAGGI DELLA POLIZIA NELLA SCUOLA DIAZ DURANTE IL G8 DI GENOVA..
Il processo ha sentenziato la condanna di una parte degli agenti che hanno fatto irruzione dentro la scuola piazzando di proposito bombe molotv per giustificare la “mattanza” poi compiuta.
13 i condannati per complessivi 35 anni e sette mesi di carcere, di cui 32 e sei mesi però già condonati.
Naturalmente assolti tutti i vertici della polizia (ma guarda un pò!).
Come dire che i polizziotti hanno agito di propria iniziativa, malmenando a sangue i ragazzi e contravvenendo così alle direttive dei loro superiori.
In poche parole, anche in questo caso, nessun mandante particolare, come in tanti altri che sono successi in questo bel paese.
Mi ritornano in mente i “suggerimenti” di Francesco Cossiga, in una intervista rilasciata al quotidiano “La Stampa”, a proposito di come le forze dell’ordine dovrebbero agire in occasione di proteste di massa. Questo il suo pensiero..
081114 g8Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito… Lasciarli fare (gli universitari, ndr). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì… questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l’incendio”.
Avete letto bene?
E credete ancora che i vertici della Polizia non sapevano nulla su quanto accadeva quella sera a Genova?
Ma per piacere!!!
.....
Share |

4 Responses to “Che vergogna…”

  1. conchita de Palma Valleca ha detto:

    Quando uno dice una cosa in pubblico , che si può smascherare facilmente, probabilmente è convinto che il suo potere sia più forte dell’evidenza dei fatti.
    I due sindacalisti sono usciti fuori dal retro di casa Berlusconi proprio per farsi vedere e far capire alla CGIL le loro intenzioni, il presidente della Vigilanza Rai dice cose a cui non crede nessuno fa intendere di essere stato eletto coi voti della maggioranza ma vuole far capire che il maggior avversario di Orlando sta all’interno del PD , le sconcertanti dichiarazioni di Cossiga vogliono dimostrare che la democrazia è una cosa superata nell’opinione pubblica italiana la quale  è composta di gente che per un tornaconto personale potrebbe tranquillamente aderire di nuovo al fascismo, magari un po’ rammodernato

    Insomma fosse per l’Italia Ken Follet e John le Carrè non saprebbero più che inventarsi …..

  2. non solo......​... . ha detto:

    cioa leo di mando un dolce buonanotte non sono capace scrivere cosi bene in italiano per scrivere qualcosa qui , capisco tutti cosa hai scritto pero sono daccordo con te
    un abbracio un bacio kim
  3. Federico Bufarini ha detto:

    sulla vigilanza RAI non sono pienamente d’accordo perché nell’ormai triste (e solito) gioco degli scambi il centrodestra aveva ritirato il candidato per la corte costituzionale proponendone un altro che invece era gradito all’opposizione. Questo Leoluca Orlando evidentemente non ci andrà mai a fare la vigilanza e personalmente io pure non lo gradisco affatto, ma questo è il mio parere che conta poco.
    Purtroppo insieme ai demeriti di Cisl e Uil devo ammettere che anche la politica di ostracismo della CGIL non mi piace, non mi piace perché l’anno scorso, quando c’era Prodi al governo lo stesso Epifani se ne stava buono buono nonostante di tasse e salassi ne fossero stati approvati tanti… chi fa politica invece di difendere i lavoratori non è degno di chiamarsi sindacato.
  4. Sonja A. ha detto:

    Sono arrivata venerdì sera sul tardi a casa dopo una settimana trascorsa fra Amburgo e Monaco, e qualcosa avevo leggiucchiato nella cronaca estera a proposito di queste novità a parte il caso pietoso di Angeletti a "Ballarò".
    Adesso grazie alla tua cronaca attenta e puntigliosa ho tutto molto più chiaro.
    E come di consueto (tu ed io ragioniamo all’unisono) non posso fare altro che trovarmi pienamente d’accordo.
    Allora non sono l’unica a pensare che più si va avanti e più si sente odore di dittatura…
    Qui ci son tutti i presupposti…
    Altro che libertà e democrazia!
    Un abbraccio!

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2021 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)