Leo's Blog

La felicità non è una meta ma un modo di viaggiare..

IMG_2478_1-1-11 IMG_2478_1-1-11

Direzione profondo Nord

Posted by Leorol On Maggio - 13 - 2015AGGIUNGI COMMENTO

Se tutto va bene stavolta Leorol dovrebbe riuscire a realizzare uno di quei viaggi rimasti chiusi nel cassetto quando da giovane sbarbatello, durante le vacanze scolastiche, era solito girare l’Europa con i suoi amici/che rigorosamente in tenda, con mezzi di trasporto spesso in “prestito d’uso gratuito” e con “quattro lirette” in tasca.

Sono passati almeno quarant’anni da quei tempi ma adesso pare che sia la volta buona per concretizzare la lunga escursione verso il profondissimo e freddissimo Nord.

capo nord

Clicca sulla foto per ingrandire

Ebbene si, la meta finale è il mitico e lontanissimo Capo Nord.

La spedizione avverrà utilizzando un super-attrezzato Camper (quello del “Bugio” e della “Bugia“) e durerà all’incirca una mesata.

La partenza è fissata per il giorno 29/30 di questo mese e si ritornerà a casa il 23/24 Giugno (almeno si spera 😀 ) dopo aver percorso circa 11.000 Km.

Loribeth ha già tracciato il percorso che prevede l’attraversamento di Austria, Germania e Danimarca dove i “quattro camperos” prenderanno il traghetto per sbarcare in terra di Norvegia.

preikestolen norvegia

Clicca sulla foto per ingrandire

Da quel momento avrà inizio la lunga avventura nel paese dei mille fiordi, delle splendide Isole Lofoten, su fino a Capo Nord (ammesso che non si accumulino gravi ritardi sulla tabella di marcia che possa impedire di raggiungerlo).

Oltre alla visita di splendide città e coloratissimi villaggi lungo tutta la costa Norvegese non mancherà di certo qualche sgroppata in mezzo ai monti.. eh si, perché per vedere la colossale roccia di Preikestolen, sul fiordo norvegese di Lysefjord, i “quattro scellerati” dovranno necessariamente munirsi di un bel paio di scarpe da trekking e sorbirsi qualche ora di cammino in salita per ammirare il panorama mozzafiato dalla sommità della roccia.

Se il suddetto trekking al 90% parrebbe alla portata del gruppo al completo non risulta altrettanto sicuro realizzarne un altro che a Leorol piacerebbe tanto fare… vale a dire quello del Trolltunga (lingua del troll, in italiano), ossia una roccia sporgente che si staglia in orizzontale al di sopra del villaggio di Skjeggedal presso Odda, regione dell’Hordaland in Norvegia, situata a 1100 mt. s.l.m. sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet.

L’escursione di 22 km. (a/r) richiede 8-10 ore di cammino e la salita (molto impegnativa nei primi 2/3 km) presenta un dislivello di circa 900 metri.

Leorol capisce benissimo che per fare questo trekking la fatica da mettere in conto è davvero tanta, ma una volta arrivato alla “lingua” sa anche che scomparirà di colpo, come è successo in altre esperienze simili, perché la vista da lassù è da togliere il respiro.

Guardando il video qui sotto direi che c’è da crederci...

Dalle informazioni ricevute via e-mail dall’Ufficio Turistico della zona in questo periodo l’escursione al Trolltunga può essere affrontata solo con abbigliamento e attrezzatura da neve (!!!?).

Detto tra noi la vedo dura per Leorol se la neve nel frattempo non si scioglie..  🙄

Il viaggio di ritorno da Capo Nord prevede il passaggio attraverso la Finlandia (dove si spera di incontrare e salutare Babbo Natale), la Svezia e quindi di nuovo Danimarca, Germania, Austria fino ad arrivare a casa.

Niente male come programma, no?

Al ritorno poi vi racconterò come è andata.. statene certi.

.....
Share |

Leave a Reply

VIDEO

TAG CLOUD

Sponsors

2021 Leo's Blog

Tutti i diritti riservati. Feed RSS Commenti (RSS)